Analisi quantitativa di fasi cristalline: metodi tradizionali e chemiometria a confronto

Il Workshop si svolgerà il 6 Febbraio 2018, presso il Dip. di Chimica ‘G. Ciamician’, aula Magna, Università degli Studi di Bologna. Via F. Selmi, 2, Bologna.

Il workshop è indirizzato a laureandi, dottorandi, tecnici e ricercatori che svolgono attività nel campo della analisi quantitativa di materiali policristallini, oppure che desiderano cominciare a lavorare in questo campo. Il workshop è introduttivo e non richiede basi specifiche. Durante la mattinata verranno presentati i metodi classici utilizzati per l’analisi quantitativa quali  la retta di taratura, il metodo RIR e  il metodo Rietveld con esempi, tratti da applicazioni di ricerca industriale sia nel campo inorganico che farmaceutico. Nel pomeriggio saranno dati i concetti base della chemiometria e successivamente si vedrà come questa metodologia può essere applicata nelle analisi diffrattometriche e quali vantaggi può offrire rispetto alle metodologie classiche.

Il workshop è aperto anche a professionisti operanti nel privato e/o nell’industria con interesse nel settore.

La lingua ufficiale è l’italiano.

 

Sono previste borse a parziale copertura delle spese sostenute dai giovani partecipanti provenienti da fuori regione

 

Annunci